Cap.2 – Arriva Alan! Nascono i BlackJack

I The Jupiters, senza aver avuto neanche il tempo di dire si o no, erano stati reclutati dalla prestigiosa “Benny Leone Management.” Milledischi fissò un nuovo appuntamento per la settimana successiva, ma gli disse di vedersi di fronte ad un locale del quartiere Barona. Il trio sperava si trattasse di un ingaggio per una serata, ma erano fuori strada. Benny fece accomodare i ragazzi nella piccola sala, piena di fumo di sigaretta e scarsa di pubblico, ad eccezione delle prime file dove un nutrito gruppo di ragazzi, nella maggior parte ragazzine, sembrava attendere con trepidazione l’inizio dello spettacolo. Quando l’insistenza delle prima file iniziò a montare, dalla vecchia quinta di velluto venne fuori una sagoma esile che impugnava una chitarra. Benny guardò i ragazzi e prima che iniziasse il concerto disse “Da oggi siete in quattro.”Il quarto era Alan, detto “Churchill”, un giovane musicista di madre inglese e padre lombardo, che bazzicava tutte le notti nei locali di Milano, chitarra in spalla e un sorriso beffardo. Aveva uno stile originale e canzoni uniche, ma un suono grezzo e una certa diffidenza per la scena nostrana. Alan a fine concerto vide il trio e per snobismo era sul punto di andarsene, pensava che Benny Leone aveva avuto un’altra delle sue stupide trovate, non voleva essere accostato ad  un gruppo di sprovveduti arrivati da un piccolo paese nel culo del sud, ma decise di salire sul palco e jammare con loro. Bastarono pochi minuti, e “Churchill” che era un snob, ma anche uno stratega capì di aver trovato il gruppo che cercava da tempo. La band era quotidianamente in sala prove dall’aprile del 1963, ma senza ancora un nome e senza che Benny avesse in mente una vera strategia d’azione. Tutto cambiò con una notte passata a giocare a briscola sui Navigli, Benny Leone riuscì ad acquistare un furgone Alfa Romeo T10 del 1957. La vittoria a carte, avvenuta il giorno 21, bastò a ribattezzare la band: “I BlackJack”.

caterina e benny 2
Benny Leone e Caterina Caselli 1963 – A.F.I

 

Pubblicato da blackjackfan

Malato di musica e di beat, studioso delle band meno conosciute e sottovalutate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: